Esplora contenuti correlati

Repertorio atto n. 31/CU

Intesa, ai sensi dell’articolo 1, comma 947, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’articolo 1, comma 562, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante “Riparto del contributo di 100 milioni di euro per l’anno 2019 a favore delle Regioni a statuto ordinario e degli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali

Repertorio Atti n.       31/CU             del 17 aprile 2019

nell’odierna seduta del 17 aprile 2019:

VISTO l’articolo 1, comma 947, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’articolo 1, comma 562 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, il quale prevede che il Fondo da assegnare alle Regioni a statuto ordinario e agli enti territoriali viene ripartito con le modalità adottate nelle precedenti annualità, ovvero con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie, di concerto con il Ministro delegato per la famiglia e le disabilità, con il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dell’interno, previa intesa in sede di Conferenza Unificata;

VISTA la nota del 28 marzo 2019, con la quale il Capo del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie ha trasmesso lo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante “Riparto del contributo di 100 milioni di euro per l’anno 2019 a favore delle Regioni a statuto ordinario e degli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali”, diramato il 29 marzo 2019, con nota DAR5408;

CONSIDERATO che nella riunione, a livello tecnico, del 10 aprile 2019 le Regioni e l’UPI hanno espresso avviso tecnico favorevole all’intesa, con la richiesta di avviare un tavolo di confronto tra tutti i soggetti interessati, sulle modalità e i criteri da adottare, auspicando che l’approvazione del decreto da adottare avvenga in tempi brevi;

CONSIDERATO che, nella medesima sede tecnica, il rappresentante dell’ANCI, nell’esprimere avviso favorevole all’intesa, ha osservato comunque che la proiezione del 90% sulla base degli studenti disabili e del 10% sulla base della spesa storica sarebbe stata per alcune realtà cittadine, meno penalizzante;

CONSIDERATO che, nel corso della citata riunione, il rappresentante del Ministero dell’economia e delle finanze, ha espresso il proprio assenso sul provvedimento di cui trattasi ed ha chiesto di eliminare la parola “programma 1”, contenuta nel primo CONSIDERATO del testo e all’articolo 1; richiesta accolta dalle Regioni e da alle autonomie locali, nonché dalle Amministrazioni statali;

VISTA la nota DAR 6326 del 15 aprile 2019 con la quale il Capo del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie ha trasmesso la nuova formulazione del provvedimento di cui trattasi, diramato, in pari data, con nota DAR6330, ai fini dell’acquisizione dell’intesa di questa Conferenza;

CONSIDERATO che nel corso dell’odierna seduta di questa Conferenza: -le Regioni hanno espresso avviso favorevole all’intesa, con la richiesta di attivare, in tempi brevi, un Tavolo politico per approfondire il tema della esclusione delle Regioni a Statuto speciale, nonchè la richiesta di avviare un tavolo tecnico per esaminare congiuntamente dati e modalità di calcolo, con particolare riferimento ai dati degli alunni disabili che non comprendono gli alunni iscritti ai percorsi di “istruzione e formazione professionali “(IFP). Richiesta accolta dal Governo;

-l’ANCI ha espresso avviso favorevole all’intesa, apprezzando l’aumento del Fondo, ha tuttavia ricordato quanto già emerso nella riunione tecnica del 10 aprile 2019 circa la preferenza di una ripartizione delle risorse basata sul criterio del 90% quota di alunni con disabilità nelle scuole secondarie di II grado e 10% spesa media 2012-2014;

-UPI, condividendo il criterio adottato per la ripartizione delle risorse del citato Fondo ha espresso avviso favorevole all’intesa sul provvedimento in parola, auspicando di arrivare, in tempi brevi, all’approvazione del decreto;

ACQUISITO nell’odierna seduta l’assenso del Governo, delle Regioni e delle Autonomie;

SANCISCE INTESA

nei termini di cui in premessa, ai sensi dell’articolo 1, comma 947, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’articolo 1, comma 562, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante “Riparto del contributo di 100 milioni di euro per l’anno 2019 a favore delle Regioni a statuto ordinario e degli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali, nel testo pervenuto con nota DAR 6326 del 15 aprile 2019 e diramato, in pari data, con nota DAR 6330. (All.1)

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto